Alla domanda su chi siamo, rispondono:   "Siamo figli di una maestra sarta che ha trascorso la sua vita tra  aghi e fili per vestire le persone nei loro giorni più importanti e allo stesso tempo una madre attenta e premurosa. Mio fratello, ben presto, ha preso il posto di mia madre, studiando ingegneria tessile e facendo esperienza svolgendo dei ruoli importanti per marchi di moda internazionali.  Io, dopo aver ricevuto l'educazione da mia madre, ho passato i miei anni a lavorare sullo sviluppo e l'educazione dei bambini, costruendo scuole per l'infanzia. Dopo una maturata esperienza abbiamo dato vita al marchio Walkiddy. Il nostro obiettivo è offrire questa esperienza, che viene da due generazioni, al consumatore nel modo più corretto e eco-friendly, offrendo il miglior prodotto, adatto ai bambini di tutto il mondo. Naturalmente per fare questo abbiamo unito, oltre alla qualità e la convenienza di produrre indumenti per i più piccoli con la materia organica, morbida e sana, prodotta nel Mar Egeo di più alta qualità e il cotone più bello, i colori e la cultura Tedesca con quella Nord Europa dando origine alla originali collezioni di Walkiddy"

Walkiddy nasce, per una migliore qualità e un futuro più sano ...

Walkiddy è un giovane marchio che cura il particolare, con tessuti, fantasie e modelli raffinati ... creando delle collezioni di abbigliamento uniche nel loro genere.

Ma Walkiddy non è solo una marchio di abbigliamento ... è anche produttore di una bellissima collezione di bambole.  Le loro Bambole sono realizzate a mano con materiali organici al 100%. 

Perché Walkiddy usa il cotone biologico

Il cotone è ottenuto da semi non GM, senza l'uso di fertilizzanti chimici e pesticidi.

La produzione di cotone rappresenta il 3% della produzione agricola mondiale, ma nella produzione vengono utilizzati grandi quantità di pesticidi chimici (veleno per insetti). La produzione di cotone utilizza la maggior quantità di sostanze chimiche rispetto ad altri prodotti agricoli e il 16% dei pesticidi del mondo viene utilizzato per produrre cotone. L'obiettivo di queste sostanze chimiche è l’eliminazione degli insetti che impediscono l'abbondante crescita del cotone, ma sono assorbite dal terreno e vanno ad  inquinare l'acqua superficiale e l'aria.